Kawasaki Brute Force 750i Monster

EBBENE SI ABBIAMO CREATO UN MOSTRO OGGI VE LO PRESENTIAMO

E’ stata dura, sia la scelta dei componenti che il loro assemblaggio , ma alla fine il risultato ha ripagato i nostri sforzi, ed è per questo che oggi vi presentiamo il nostro “MOSTRO”.

Partendo dalla base di un Brute Force 750i in versione 2009 colore verde lime, abbiamo apportato alcune modifiche estetiche, inserendo delle grafiche direttamente fatte da noi, siamo riusciti a rendere il nostro mezzo inconfondibile, abbiamo aggiunto dei cerchi in lega della DWT modello DIABLO  da 14″ che secondo le tasche possono essere sostituiti anche con dei più economici da 12″. Grazie all’allargamento delle carreggiate dovuto  ai pneumatici che nella configurazione da 14″ pollici sono dei Kenda (all’anteriore 26×10 e al posteriore 26×12 e nella configurazione da 12″ sono dei CARLISLE ACT con disegno direzionale 26×8 e 26×10)) si è reso necessario aumentare la protezione offerta dalle carene, inserendo degli allargatori ai parafanghii della Kimpex, così da proteggere il pilota nei passaggi più fangosi. Per quanto riguarda il capitolo  protezioni i nostri tecnici si sono affidati ad un kit completo “cross pro” composto da protezioni telaio integrali. All’anteriore è stato montato un bumper della Kimpex, bello ,quanto solido, in grado di dare al nostro Kawasaki quella dose aggiuntiva di cattiveria che non guasta mai. Il reparto sospensioni è stato totalmente rivisto con un kit della Elka composto da 4 ammortizzatori modello Elite in grado di fornire molteplici regolazioni.  Sistemato l’assetto, abbiamo dedicato le nostre attenzioni al motore. E’ stato sostituito lo scarico  originale con un kit  completo in alluminio fornito dall’italiana Leovince. Per correggere la carburazione è stata inserita una centralina aggiuntiva che consente in base all’altitudine, ed ai vari componenti istallati sul mezzo, la variazione  manuale della portata aria/benzina fornendo fino a 10 regolazioni. Adesso non vi resta che venire a provare il nostro bolide, o, chissà leggere prossimamente  qualche rivista specializzata per confrontare le loro opinioni con le vostre.

A dimenticavo, abbiamo anche istallato un verricello Warn 3.0 con radiocomando a distanza, un manometro digitale della GPT per tenere sotto controllo la temperatura del liquido di raffreddamento ed un set di fari H4 Bi xeno.

005

Richiedi Informazioni

ESPRESSIONE DEL CONSENSO

Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.